Gli esami sono vicini? Ecco tutti gli inevitabili momenti che vivrete durante la sessione d’esame (1)

Diindustryadmin4

Gli esami sono vicini? Ecco tutti gli inevitabili momenti che vivrete durante la sessione d’esame (1)

Parliamoci chiaro; sebbene l’università possa essere una bellissima e irripetibile esperienza della nostra vita che tutti noi ricorderemo con gioia, a nessuno piacciono gli esami. In aggiunta allo stress di studiare un’incredibile quantità di informazioni in poco tempo e dell’effettivo svolgimento di un esame, finiamo sempre per perdere un po’ di noi stessi in terribili abitudini che vengono adottate durante la preparazione di uno o più esami. E questi sono alcuni dei tanti esempi per descrivere il nostro ciclo di trasformazione da normali studenti a esseri amorfi alimentati da caffeina e rimpianti:

  • Comincerete a contemplare le idee più assurde su come vivere (e sopravvivere) la vostra sessione d’esame. È socialmente accettabile andare in aula studio indossando il proprio pigiama? E studiare in biblioteca portandosi dietro la propria caffettiera portatile? Giusto per non perdere tempo prezioso nel fare la fila al bar! Se dormo con I miei appunti sotto il cuscino riuscirò a trasferirli nel mio cervello via osmosi, vero? VERO? Posso avere un voto in più se attesto di sentirmi personalmente vittimizzato dal contenuto delle lezioni?

 

 

  • Diventerà normale addormentarsi in pubblico

Principalmente in aula studio, biblioteca o sui treni pubblici (soprattutto per i pendolari). E dopo qualche minuto vi sveglierete di soprassalto, nel bel mezzo di un treno vuoto ed ovviamente fermo alla stazione sbagliata, dopo aver parlato nel sonno sui vostri argomenti d’esame in presenza di una decina di sconosciuti, con segni di evidenziatore sul viso per colpa di tutti i vostri appunti usati come cuscino.

  • Diventerete degli animali notturni

Questo perché il giorno serve per studiare, ripassare e procrastinare (diamo la colpa a Netflix per gran parte dei nostri fallimenti universitari), mentre le notti servono a rimuginare su quanto poco si è fatto durante il giorno e quando ancora bisognerà fare il giorno seguente.

 

  • Ritornerete ad avere la routine quotidiana di quando eravate dei neonati

Mangiare, dormire, piangere, giocare (Tetris, la nuova app di Harry Potter, qualsiasi cosa riesca a distrarvi), e poi tutto da capo. Ovviamente nessun tipo di studio è previsto in questa routine, queste sono tutte le tattiche per evitare l’unica cosa che dovreste davvero star facendo.

  • Comincerai ad essere interessato a cose che non avresti mai immaginato (e che non hanno nulla a che fare con il tuo corso di studi). All’improvviso, avrai assolutamente bisogno di sapere in che modo I koala sono diventati una specie in via d’estinzione, e in che modo noi nel nostro piccolo possiamo aiutarli a sopravvivere. O avrai voglia di vedere ogni singola intervista di un attore che neanche conosci su YouTube. E semplicemente non riuscirai ad andare Avanti con lo studio fino a quando non avrai analizzato fino in fondo la carriera calcistica del terzo portiere dell’Italia 90’. Ovviamente il lato negativo è che nessuna di queste informazioni ti sarà utile per passare il tuo esame.

 

  • Comincerete persino a voler fare esercizio in previsione dell’estate. Qualsiasi cosa è meglio che la biblioteca. Peccato che nessuno di noi avrà davvero un’estate se prima non ci si concentra sugli esami.

Info sull'autore

industryadmin4 administrator

Commenta